• 27 giugno 2021 - 09 gennaio 2022
  • Di  Tema Vita
  • Maremma. Paesaggi 1870-2020

    Promossa da Banca TEMA e da TEMAVita, mutua con socio sostenitore Banca TEMA, a Saturnia presso il Polo Culturale Pietro Aldi dal 28 giugno è aperta al pubblico la mostra Maremma. Paesaggi 1870-2020, che presenta una scelta di opere di artisti che qui sono nati e vissuti o che – oggi – la amano. L’esposizione prende spunto da disegni e dipinti del pittore mancianese Pietro Aldi (1852-1888), cui il Polo è dedicato, per accostarvi opere di maestri del primo Novecento di fama consolidata: Paride Pascucci, Memo Vagaggini, Carlo Gentili, Vittorio Granchi.

    La seconda parte della mostra presenta lavori di artisti viventi, tutti membri dell’Accademia delle Arti del Disegno - sotto il cui patrocinio si svolge l’iniziativa - , che interpretano il paesaggio maremmano attraverso i loro personali e variati linguaggi figurativi: Rodolfo Ceccotti, Carlo Bertocci, Andrea Granchi, Luigi Doni, Adriano Bimbi e Jacopo Ginanneschi.

    Come molte altre attività la mostra sul paesaggio della Maremma, programmata per l’estate 2020, ha subito la sospensione dovuta alla dolorosa lotta contro l’epidemia di Covid-19, ma adesso acquisisce un significato ancora più pieno perché coincide col desiderio di risollevarsi dalla disgrazia e di riconquistare quella libertà di movimento che trova ampia soddisfazione proprio nei vasti spazi della Maremma.

    Qui il paesaggio – palinsesto di opere della natura e dell’uomo – è protagonista più che altrove, grazie anche alla rarefatta presenza umana che dal Medioevo e fino al Novecento ha connotato la regione, diffondendone l’immagine di luogo desolato e selvaggio, quale Dante delineò nell’Inferno (XIII, 2-8) e che è perdurata fino alle soglie del Novecento.

    Dalla fine del XIX secolo, anche grazie al contenimento della malaria, la Maremma ha nettamente addolcito il suo carattere aspro che pure aveva attirato i primi viaggiatori romantici alla ricerca degli antichi abitatori etruschi. Ora offre una varietà di paesaggi – dal mare ai fiumi e alla laguna, dalla costa alla pianura e alle colline – dove la mano dell’uomo si coglie, fortunatamente, più nelle opere agricole che nell’edilizia urbana, industriale o infrastrutturale.

    La celebrazione del paesaggio maremmano, condivisa con il Polo Culturale Le Clarisse a Grosseto, è documentata dal catalogo in italiano e in inglese edito da Effigi, curato da Marco Firmati, Andrea Granchi e Francesca Petrucci, in cui sono presenti importanti saggi critici di Bruno Santi, Eliana Princi, Antonio Natali, Alessandro Vezzosi e Mauro Papa.

    Un video realizzato per l’occasione da Moviement HD accosta ai paesaggi degli artisti in mostra, suggestivi scorci reali delle bellezze della rigogliosa Maremma (Visualizza il video)

    Aperta fino al 9 gennaio 2022 è visitabile ad ingresso libero.

    Info complete http://www.poloaldi.it/index.php/maremma-paesaggi-1870-2020/

    Allegati scaricabili

    Locandina Evento

    Tipo: PDF - 3.93 MB

    Scarica